Recensione: Distoria

by Dealon Brounx
Dystoria

Il classico di fantascienza del 1984, The Last Starfighter, parla di un maestro di videogiochi che viene inviato nello spazio per difendere il pianeta dall'invasione aliena. Molte persone sono state evidentemente commosse da questa semplice storia di realizzazione dei desideri, compresi i creatori di Dystoria che l'hanno replicata al punto in cui hanno posizionato l'immaginario cabinato arcade esattamente nella stessa posizione.

Questo titolo è un po' insolito. Insieme a Tron e tutti questi giochi tipo anni '80 urlanti, hanno riportato alla mente ricordi luminosi di questo periodo. Questo tipo di musica ispirata a Tron ha quel sintetizzatore e quelle vivide tonalità al neon. Tutte queste caratteristiche sono molto organiche in Dystoria.

Il prodotto finale potrebbe essere banale come il film del 1980. Ho la sensazione che questo sparatutto con i veicoli lascerà comunque un'impressione sugli spettatori. Assumi il ruolo di un normale appassionato di videogiochi che viene rapito dagli alieni e sottoposto a una serie di test.

La storia di Dystoria

Il rapitore afferma di essere una specie di giardiniere. Un essere non identificato che cerca nell'universo l'anello più debole per giudicare il valore dell'umanità. L'alieno ti costringe a combattere attraverso 30 livelli difficili che giocano come un ibrido di settore e discesa e sono ciascuno pieno di avversari al neon che sono potentemente armati di armi.

Caratteristiche di gioco

In Dystoria esistono livelli enormi che sfrecciano nello spazio come un labirinto. Il trucco qui è che la nostra piccola imbarcazione può attaccarsi a soffitti, pareti e tutto il resto oltre a librarsi sopra il suolo. Questo ci dà un vertiginoso grado di libertà! Non vediamo quasi mai il tipo di gioco, che ci consente di navigare nei percorsi impegnativi da qualsiasi aspetto. La buona notizia, se così si può chiamare. A parte una grande battaglia alla fine, gli alieni sono un gruppo prevedibile.

La maggior parte dei livelli ti fa cercare freneticamente nell'area tre sfere nascoste. Ci sono solo due diversi tipi di fasi da affrontare. Tutto quello che devi fare è individuare quelle sfere. Quindi, senza essere abbattuto dall'avversario, apri una porta per la fase successiva. L'altro tipo di livello ti vede capovolgere il copione ed essere costretto a eliminare tutti i nemici prima che il gateway si apra. Le stesse due attività si ripetono durante la tua avventura, il che potrebbe far sembrare la Dystoria un po' monotona a volte. Anche se il gioco può diventare ripetitivo, aggiungerò che controlla bene e alcune fasi si sono rivelate piuttosto impegnative.

I livelli sono una sorta di prefabbricato, tipo fluttuante in un'area spaziale. Quindi, stai cavalcando lungo questi livelli. Fondamentalmente sembra solo dei cubi della griglia, ecco di cosa è fatto, mentre stai pilotando la tua nave. Sai che devi aggirare il limite, beh, mentre lo stai superando, lo stai superando, ma poi l'intera angolazione della videocamera cambia.

Spesso dovrai attraversare il confine a Dystoria

Sebbene questo gioco non abbia tutti i contenuti che potrebbero piacere ad alcuni giocatori, è un puzzle fantastico e stimolante. Anche se a volte scopri tutto e sconfiggi gli avversari quando hai finito, devi comunque dedicare altri dieci minuti a volare intorno al livello alla ricerca di quella parte. Questo perché a volte stai cercando pezzi di nave rotti e altre cose di quella natura.

I livelli richiedono di raccogliere sfere e distruggere i nemici, ed è così che completi il ​​livello. Per trovare ogni pezzo di sfera, dovrai superare le barriere di vetro, sfondare le porte e riorganizzare i pezzi del palcoscenico. I nemici voleranno da tutte le direzioni quando lo fai. Nonostante le differenze nell'aspetto e nella manovrabilità, tutti gli hovercraft sono veloci e agili.

I problemi principali di Dystoria

Non posso generalizzare su tutti i giochi di questo genere in questo modo. La Dystoria non è priva di problemi, purtroppo. Come ho già affermato, non c'è molta varietà e ti verrà spesso chiesto di eseguire le stesse due attività. Può anche essere disorientante e irritante per alcuni aspetti, in particolare quando si tratta di queste ultime fasi più impegnative.

  1. Mappa

Sebbene la mappa 3D sia ottima, usarla è un po' difficile e non è così utile come avrei sperato. 

  1. Nemici fastidiosi

Gli avversari sono il vero problema poiché hanno l'orribile abitudine di incombere su di te appena fuori dal tuo poligono di tiro. Ci sono alcuni piccoli uomini che inizieranno subito a esaurire il tuo scudo. Ti stanno dando poco tempo per vendicarsi. Non è consentito mirare in alto o in basso. Questo è estremamente fastidioso in alcune delle missioni in cui devi sconfiggere tutti gli avversari perché il cattivo ti attaccherà spesso da lati che non puoi vedere o contro cui non puoi difenderti. Ciò si traduce in molti tentativi noiosi e poco costosi. Era del tutto fuori dalle mie mani. Suggerisce che c'è un problema con l'equilibrio quando puoi morire prima ancora che l'amore inizi.

  1. Piccoli problemi con la narrativa

La narrativa di questo gioco è buona nel farmi dubitare delle motivazioni dell'alieno. Di tanto in tanto riceverò messaggi dal mondo esterno che sembrano indicare che potrebbero esserci più cose in corso di quanto tu possa essere a conoscenza. Anche se ho adorato la voce, sono rimasto un po' deluso da come è andato tutto. Mi aspettavo una svolta, ma non si è mai concretizzata. Alcuni concetti e storie interessanti non vengono mai completamente esplorati.

  1. Grafica

Vorrei anche che gli sviluppatori avessero migliorato ulteriormente la grafica. A parte le tessere che cambiano colore occasionalmente e un nuovo pianeta che appare all'orizzonte, il gioco mantiene un'estetica distinta che inizialmente è impressionante ma non cambia molto durante il viaggio.

Ultime parole su Dystoria

Le 30 fasi presentano numerose istanze degli stessi design. Gli antagonisti non sono così coinvolgenti o divertenti come gli altri personaggi del gioco. Per fortuna, il design dei livelli è eccellente, tuttavia vorrei che la grafica fosse più impressionante. Il Dystoria ha un concetto forte che è aiutato da un'eccellente modalità di gioco e da una trama di fantascienza avvincente. Sì, manca di variazione nelle missioni e la scrivania economica infastidirà anche il giocatore più abile.

https://thewanderblog.com/

Post correlati

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Accetta Rifiuta

Privacy & Policy Cookie